Distribuzione per genere, età e patologie riscontrate nei casi nazionali

Dati utilizzati

I dati utilizzati per le seguenti visualizzazioni sono stati recuperati dai bollettini pubblicati sul sito di Epicentro - L’epidemiologia per la sanità pubblica - Istituto Superiore di Sanità nelle date del 19 e 20 Marzo 2020 (vedi sezione References).

Tali dati si riferiscono:

  • ai casi diagnosticati dai laboratori di riferimento regionale e ai decessi segnalati;

  • alle caratteristiche di 3200 pazienti deceduti e positivi al COVID-19 in Italia.

Distribuzione geografica dei casi

Distribuzione per genere e età

Casi e decessi totali registrati

Il grafico sottostante mette a confronto il numero di casi e il numero di decessi per infezione da coronavirus.

Si può notare che le fasce d’età più colpite sono quelle dai 40 ai 90 anni e che il maggior numero di decessi coinvolge le fasce over 60.

Guardando invece la suddivisione per sesso si nota che il numero di casi e decessi è generalmente più alto negli uomini e che il picco di casi si raggiunge

  • nella fascia 50-59 anni per le donne
  • nella fascia 70-79 per gli uomini.

Da notare l’eccezione nelle classi 20-29 e over 90, in cui il numero per le donne è superiore a quello degli uomini (vedi tabella sotto).

Fascia d’età tipo F M
20-29 Casi 732 603
90+ Casi 694 397
90+ Decessi 155 129

Letalità e percentuali a confronto

Nel seguente grafico vengono riportate le percentuali di casi e decessi per fascia di età con le rispettive letalità.

Come già visto nella sezione Totali registrati, le percentuali di casi più alte sono in corrispondenza delle fasce d’età dai 40 ai 90 anni e le maggiori percentuali di decessi si registrano per le fasce over 60, dove la letalità aumenta con l’avanzare dell’età.

La malattia risulta inoltre essere più letale per gli uomini che per le donne.

Decessi e patologie pre-esistenti

Distribuzione geografica dei decessi

Patologie pregresse

Nella seguente tabella sono riportate le patologie più comuni osservate nei pazienti deceduti COVID-2019 positivi (vedi bollettino del 20 Marzo 2020 in References).

Dal report dell’ISS:

La tabella 1 presenta le più comuni patologie croniche pre-esistenti (diagnosticate prima di contrarre l’infezione) nei pazienti deceduti. Questo dato è stato ottenuto in 481/3200 deceduti (15.0% del campione complessivo).

Patologia Numero Percentuale
Ipertensione arteriosa 355 73.8%
Diabete mellito 163 33.9%
Cardiopatia ischemica 145 30.1%
Fibrillazione atriale 106 22%
Insufficienza renale cronica 97 20.2%
Cancro attivo negli ultimi 5 anni 94 19.5%
BPCO 66 13.7%
Demenza 57 11.9%
Ictus 54 11.2%
Epatopatia cronica 18 3.7%

La somma delle percentuali non dà il 100% in quanto un paziente poteva presentare più patologie o non presentarne affatto.

La patologia più presente nel campione è l’ Ipertensione arteriosa, che coivolgeva ben il 73.8% dei pazienti.

Solo l’ 1.2% dei pazienti nel campione non presentava nessuna patologia pre-esistente.

Related